Più realtà virtuale che smartphone ai due eventi più importanti dell’anno

HTC-Vive_White“Mentre il settore smartphone non sembra più riuscire a rinnovarsi come ha saputo fare negli ultimi anni, la realtà virtuale appare adesso rampante e capace di migliorarsi sensibilmente di mese in mese.”

Nella scorsa settimana due eventi hanno segnato l’agenda del mondo IT, e ovviamente ci riferiamo a Mobile World Congress e a Game Developers Conference. Il responso dell’incrocio fra gli annunci provenienti dall’uno e dall’altro è piuttosto chiaro, anche guardando la copertura delle testate internazionali: se c’è qualcosa che sta interessando giornalisti e pubblico, in questo momento, è soprattutto la realtà virtuale.

Per il MWC è stato un anno eccezionale sulla base delle prime rilevazioni, con una presenza superiore rispetto a quella registrata lo scorso anno, che già era di 85 mila partecipanti. Sono stati presenti tantissimi espositori, fornitori di servizi business e aziende solo collateralmente coinvolte nel settore mobile. E sono stati mostrati al pubblico tantissimi smartphone, spesso provenienti da produttori secondari, e molto spesso capaci di offrire delle caratteristiche interessanti
Ma al di là dei Samsung Galaxy S6 e Galaxy S6 Edge, però, nessuno di questi dispositivi di nuova generazione è diventato veramente virale sulla rete. Segno che non sono in grado di introdurre delle novità tecnologiche veramente sconvolgenti e questo alla lunga può ridurre l’interesse della gente dopo che per diversi anni il mondo smartphone è stato l’argomento di discussione e di interesse preferito dagli IT lovers.

Dopo MWC e GDC, invece, si è parlato insistentemente di realtà virtuale. Le tecnologie VR di ultima generazione, spesso ancora più competitive rispetto al padre putativo del settore, Oculus Rift, sembrano in grado di abbattere diversi ostacoli, primo fra i quali la latenza. Certo, ancora ci sono delle perplessità, soprattutto a riguardo della capacità elaborativa necessaria a renderizzare le immagini in 3D stereoscopico e quindi per la risoluzione, ma l’evoluzione in questo ramo sembra al momento inarrestabile, oltre che velocissima.

La realtà virtuale offre agli utenti un tipo di esperienza innovativa e sconvolgente per certi versi, che tutti sembrano voler provare e al più presto. Anche perché il tipo di euforia che emerge dalla prova della realtà virtuale è difficile da descrivere a parole: solo provando uno di questi caschetti puoi avere bene in mente che tipo di emozioni la VR è in grado di restituire.

Hanno fatto discutere di sé soprattutto HTC Vive e Project Morpheus. Rispetto a Oculus Rift, il primo offre una tecnologia di tracciamento senza latenze decisamente avveniristica, basata sul nuovo standard Steam Lighthouse. La soluzione per PS4, invece, è in grado di aggiornarsi con un rate di 120Hz, il che obbligherà la console a renderizzare 120 frame per secondo. Nessuno è in grado di dire come il già vetusto hardware di PS4 possa riuscire nell’impresa, ma tutti sono ansiosi di provare questo dispositivo.

Principalmente perché coloro che hanno avuto modo di provare Steam e PlayStation VR si sono detti entusiasti dell’esperienza. Sembra che finalmente si sia davanti a una soluzione di interfacciamento capace di superare nettamente tutto quello che c’è stato fino a oggi e di offrire esperienze mai avute. E non solo in ambito gaming, perché la realtà virtuale promette grandi cose anche per la didattica e il turismo.

Questi dispositivi sono completamente scollegati dagli smartphone, nel senso che non hanno bisogno di un dispositivo portatile per funzionare. Ovviamente parliamo dell’accezione domestica, mentre Samsung Gear VR funziona con un Note 4. Ma quest’ultimo è ben diverso rispetto alla realtà virtuale vera e propria, perché chiaramente le immagini sono processate da uno smartphone e non da un sistema domestico, e per questo non possono raggiungere il livello di dettaglio necessario per rendere la virtualità veramente simile alla realtà.

Ma il caschetto che più ha fatto gridare al miracolo è proprio l’HTC Vive su base SteamVR. Ci sono vari motivi che hanno decretato la soddisfazione di coloro che lo hanno provato, ma il principale è quello relativo alla nausea da simulazione, problema che sembra quasi completamente risolto. Questo grazie al sistema di tracciamento e alla bassa latenza propri di questo dispositivo.

Lo stess Gabe Newell ha detto che lo 0% delle persone che hanno provato HTC Vive si sono lamentate di nausea da simulazione. Ovviamente, se si vuole che la realtà virtuale diventi un prodotto per le masse, è questo l’ostacolo numero uno da aggirare. Avere giocatori che vomitano per ogni angolo svoltato in uno shooter o che rischiano l’infarto dopo un rollercoaster non deve essere la principale ambizione di un produttore di soluzioni di realtà virtuale.

A differenza di Oculus Rift, HTC Vive è in grado di contestualizzare il corpo dell’utente nello spazio, proprio tramite la tecnologia Lighthouse, e questo consente all’utente di eseguire azioni anche molto complesse, come dipingere su una tela. Portare i vostri arti all’interno degli algoritmi migliora la percezione che il mondo virtuale è reale, e forse costituisce la cosa più sorprendente in assoluto tra quelle presenti ai due show.

C’è anche tutto il mondo della VR mobile, in questo momento ancorata proprio su Samsung Gear VR. Certo, non bisogna aspettarsi lo stesso livello di coinvolgimento che abbiamo in presenza di un sistema desktop, ma potersi immergere in un mondo alternativo mentre si è in giro fuori dalle mura domestiche potrebbe essere altrettanto emozionante. Anche perché è emersa la notizia secondo la quale Google sarebbe intenzionata a rilasciare una versione di Android ottimizzata per la realtà virtuale. Tutti motivi che hanno fatto proliferare i report sui nuovi caschetti sui vari siti del settore e che hanno portato un sacco di accessi, eclissando in certi casi i topic più vicini al mobile e agli smartphone.

Se considerate il prossimo debutto anche di Microsoft HoloLens e di Google Glass, che sta arrivando in una versione rivista con hardware Intel, probabilmente vi renderete conto che realtà virtuale/realtà aumentata potrebbero essere alla base del prossimo step evolutivo nel mondo IT.

Se una volta i computer occupavano intere stanze e successivamente si è passati a piccoli case da poter inserire nello studio e, ancora, lo stadio successivo è diventato lo smartphone e il tablet, risulta evidente che la questione evoluzione informatica è soprattutto una questione di rendere tutto sempre più piccolo. E, soprattutto, è una questione di avere la tecnologia sempre più a portata di mano, addirittura sul proprio corpo e forse (è fantascienza?) all’interno.

Da un certo punto di vista tutto questo fa rabbrividire, anche perché l’evoluzione è stata incredibilmente rapida dagli ultimi anni. Ma da un altro punto di vista non è proprio quello che tutti noi abbiamo, forse segretamente, desiderato?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Politica della Privacy

Questo sito internet, urla.com e tutte le informazioni personali raccolte dagli utenti di questo Sito, sono proprietà esclusiva di urla.com. In questo documento di Politica della Privacy ogni riferimento a "noi", "ci", "nostro", sono riferimenti a urla.com.

La privacy dei nostri utenti per noi è una cosa seria.

Questo documento di "Politica della Privacy" (la "Politica") sintetizza come gestiamo le vostre informazioni personali ed è parte integrante dei "Termini e Condizioni d'Uso" del Sito. Questa Politica si applica solo a questo Sito e non alla raccolta e all'uso delle informazioni personali che potrebbero essere effettuate da qualsiasi terza parte attraverso qualsiasi altro sito web per il quale esistano collegamenti sul nostro sito.

Noi non siamo responsabili per le politiche della privacy di altri siti web e vi incoraggiamo a rendervi conto di quando lasciate il Sito.

Consenso

Il vostro uso di questo Sito, implica il consenso alla raccolta e all'utilizzo da parte nostra delle informazioni (a volte anche personali) che vi riguardano, nei termini indicati con questa Politica.

Che informazioni raccogliamo?

Potete accedere alla home page di questo Sito e navigare all'interno del Sito senza rivelarci alcun dato personale.

Per potervi fornire alcuni determinati servizi, però, potremmo aver bisogno di raccogliere alcune specifiche informazioni personali, che vi richiederemo se e quando necessario. In questi casi vi richiederemo esplicita autorizzazione al trattamento dei dati forniti (ad esempio nella pagina di registrazione).

Come utilizziamo le vostre informazioni?

Tutte le informazioni personali che vi riguardano saranno usate e registrate da noi nel rispetto della corrente normativa sul "trattamento dei dati personali" e secondo questa Politica.

Possiamo utilizzare le vostre informazioni personali per comunicare con voi, ad esempio per farvi sapere dell'esistenza di nuove funzioni e attività su urla.com, per realizzare indagini statistiche e, in forma aggregata (e quindi anonima) per attività di marketing, per tracciare le attività sul nostro sito, per pubblicare informazioni sulle pagine preferite e/o per migliorare l'utilità e i contenuti e per qualsiasi altro scopo che vi comunicheremo.

Possiamo gestire una o più mailing list, per inviarvi notizie relative al mondo urla.com . Queste mailing list sono "opt-in", il che significa che chi desidera esservi incluso deve iscriversi alla specifica lista.

Noi mandiamo email solo agli indirizzi che si sono iscritti ad una specifica lista. Noi non facciamo "spam".

Se desiderate cancellarvi da una lista (Cancellazione parziale), potete farlo dalla pagina di registrazione del sito o inviarci un email a info@urla.com .

Noi non condividiamo, né concediamo in uso a terzi né vendiamo i vostri indirizzi email.

Ci riserviamo il diritto di consegnare le vostre informazioni personali a chiunque dovesse prendersi carico della gesione del Sito o acquistasse in tutto o in parte le nostre proprietà, che includono i vostri dati personali. In questo caso sarete informati della cessione e potrete cancellare i vostri dati.

Ci riserviamo il diritto di consegnare le vostre informazioni personali all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta nell'ambito di una indagine ufficiale, una volta che fossimo ragionevolmente certi delle circostanze che riguardano la richiesta.

Ci riserviamo altresì il diritto di accedere e consegnare le vostre informazioni personali allo scopo di obbedire alle leggi in vigore e a legittime richieste da parte del governo, per far funzionare correttamente i nostri sistemi e per proteggere i nostri utenti e noi stessi. Ad eccezione di quanto esplicitamente dichiarato in questa Politica, non venderemo, né condivideremo, né concederemo in uso le vostre informazioni personali senza il vostro espresso consenso.

Sicurezza

Prendiamo ogni possibile precauzione per proteggere le vostre informazioni personali. Inoltre abbiamo protocolli di sicurezza per proteggere il nostro database degli utenti da accessi non autorizzati, uso improprio, modifiche non autorizzate, distruzione illegale o cancellazioni accidentali.

Noi consentiamo l'accesso al database dei nostri utenti solo quando assolutamente necessario e anche allora secondo regole severe riguardo a cosa si può fare di tali informazioni. Potremmo dovervi chiedere di dimostrare la vostra identità prima di darvi accesso a informazioni anche se vi riguardano.

Sondaggi

Il nostro scopo è di migliorare costantemente il servizio che offriamo. Di conseguenza potremmo occasionalmente intervistare i nostri utenti, utilizzando dei sondaggi.

La partecipazione ai sondaggi è volontaria, e non siete in alcun modo obbligati a rispondere alle domande che potreste ricevere da noi. Se decideste di rispondere, tratteremmo le informazioni che ci fornireste secondo gli stessi standard elevati con cui trattiamo tutte le altre informazioni personali degli utenti.

Attività La vostra partecipazione al nostro Sito significa che potremmo contattarvi per invitarvi a partecipare ad attività, giochi o concorsi. La partecipazione a qualsiasi attività del Sito è volontaria e non sarete in alcun modo tenuti a rispondere ai nostri inviti. Se decideste di partecipare a una nostra attività, tratteremmo le informazioni che ci fornireste secondo gli stessi standard elevati con cui trattiamo tutte le altre informazioni personali degli utenti. Cookie Quando visitate uno dei nostri Siti potremmo inviare un "cookie" al vostro browser. L'uso dei cookie non è in alcun modo collegato ad alcuna informazione personale raccolta durante la navigazione del Sito. Un cookie è un piccolo documento che è memorizzato sul disco fisso del vostro computer a scopo di archivio. Possiamo utilizzarli per fare diverse cose: ad esempio i cookie possono servire a mantenere statistiche anonime dei servizi da voi preferiti o dei percorsi che seguite durante la navigazione nel Sito. Quando i cookie sono utilizzati in questo modo, non siete identificati individualmente e qualsiasi informazione raccolta in questo modo è utilizzata solo in forma aggregata (statistica). Alcuni dei nostri partner commerciali (ad esempio licenziatari e sponsor) potrebbero utilizzare dei cookie sul nostro Sito (nei banner pubblicitari) o sui loro siti raggiungibili dal nostro tramite link. Noi non abbiamo accesso né possiamo controllare questi cookie. Non siete obbligati ad accettare i cookie da noi, né da alcun altro sito web e potete impostare il vostro browser perché non accetti i cookie, anche se in questo caso alcune funzioni del Sito potrebbero non essere disponibili. Correzione e aggiornamento dei dati personali Se i vostri dati personali cambiano o se credete che le informazioni nei nostri database che vi riguardano non siano corrette, potete aggiornarle accedendo come utenti registrati al vostro profilo o scrivendo a info@urla.com . Cancellazione parziale Speriamo che il nostro Sito e i servizi che offriamo vi piacciano. Potete comunque richiedere che i vostri dati personali non siano utilizzati nei modi riassunti sopra. Questa operazione è chiamata "cancellazione parziale" e può essere fatta in uno dei seguenti modi: - accedendo come utente registrato al vostro profilo, disabilitando i box relativi agli usi di dati non desiderati e salvando; - scrivendo a info@urla.com, indicando i servizi di cui non volete più fruire. Cancellazione totale In qualsiasi momento potete richiedere che i vostri dati personali siano completamente cancellati dai nostri database. Questa operazione è chiamata "cancellazione totale" e può essere fatta in uno dei seguenti modi: - accedendo come utente registrato al vostro profilo, selezionando l'opzione di cancellazione del profilo e seguendo le istruzioni; - scrivendo a info@urla.com , e seguendo le istruzioni che vi verranno fornite. Aggiornamenti del Sito e dei suoi servizi In quanto iscritti al Sito potremmo inviarvi messaggi che riguardano aggiornamenti relativi al Sito e ai suoi servizi. Se volete cancellarvi da questa mailing list, dovete effettuare la cancellazione totale. Notifiche di cambiamento Nel caso dovessimo modificare la nostra "Politica della Privacy", lo comunicheremo nella nostra home page. Supporto alla Privacy In caso di dubbi che riguardano la nostra "Politica della Privacy", potrete contattarci al nostro indirizzo email info@urla.com .


cookie & urla.com

urla.com utilizza i cookie, per semplificare e migliorare la navigazione. Cosa sono i Cookie? I cookie sono delle informazioni scambiate tra il server di urla.com e il tuo computer. Permettono di creare delle statistiche sulle aree del sito visitate dagli utenti in modo anonimo e vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito stesso alla visita successiva.

I tipi di cookie che utilizza urla.com

Cookie funzionali Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Cookie statistici e di performance Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitate, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Oppure indicano che si è arrivati su urla.com dopo aver ricercato una determinata parola su un motore di ricerca. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Come Google Analytics e Google Tag Manager Cookie sociali All'interno di alcune pagine (ad esempio il dettaglio di una notizia) ti consentono di condividere sulla tua bacheca facebook o sulla tua timeline twitter un indirizzo di urla.com.

Google Analytics e Google Tag Manager

urla.com e i suoi sottodomini utilizzano Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Il sito web urla.com può utilizzare i cookie tecnici di terze parti riportati nella tabella seguente

Blog/portale      Cookie                                 Tipo        Utilizzo

urla.com              urla                                   tecnico       Tuo profilo

urla.com             Doubleclick                                           Analitycs

urla.com             Google Tag Manager                             Analitycs

urla.com             Google Analytics                                    Analitycs

urla.com             Instagram                                              Analitycs

urla.com             Youtube                                               Analitycs

urla.com             Facebook                                            Analitycs

urla.com             Twitter                                                Analitycs

Come modificare le impostazioni sui cookie? La maggior parte dei browser Internet accetta i cookie automaticamente, ma e' possibile modificare le impostazioni del browser per cancellare i cookie o impedirne l'accettazione automatica. Puoi anche rifiutare l'uso dei cookie ma in questo caso, la possibilita' di fornirti informazioni e servizi personalizzati sara' limitata, o alcune funzionalita' del sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili. Di seguito una serie di link alle guide per le impostazioni relative ai cookie dei principali browser.

Chiudi