Caldoro, per il Mezzogiorno politiche nazionali inesistenti

Forum con il presidente della Regione Campania Caldoro“Non basta solo parlare di Sud, il problema sono gli strumenti, le politiche industriali e fiscali: bene avere un ministro per il Mezzogiorno ma servono gli strumenti”. Così il governatore della Campania Stefano Caldoro al Forum all’ANSA. “Le politiche nazionali al sud sono inesistenti da molti anni, non faccio una colpa all’attuale Governo ma il sistema Paese negli ultimi anni si è chiuso”, ha aggiunto.

Caldoro: “I confini delle Regioni sono muri di Berlino” – “Le Macroregioni sono il nodo centrale, necessario anche per risolvere il tema della lentezza del Paese: abbiamo una macchina che è un pachiderma. I confini regionali sono diventati muri di Berlino, camicie di forza” ha anche detto Caldoro al Forum. “Questo è il nodo vero: Regioni e Stato non possono vivere insieme, fanno le stesse cose, le Regioni sono diventate sistemi di potere ed ora si sono aggiunte le città metropolitane e le aree vaste e sono state tolte le Province, forse le uniche a essere in equilibrio di bilancio – ha proseguito -. Andrebbero subito fatte le macroaree i confini regionali sono diventati muri di Berlino, camicie di forza che non permettono di lavorare in una logica di funzione; la competitività e la modernità vanno oltre i confini amministrativi” ha sottolineato.
Secondo Caldoro, poi: “E’ un peccato che non sia stata colta l’occasione fornita dalle riforme costituzionali” per affrontare il tema delle macroregioni, tuttavia il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi, nell’ultimo incontro con il governatori, “ha suggerito un provvedimento parallelo che vada a configurare i poteri regionali”. Il testo delle riforme costituzionali, ha concluso il governatore rispondendo ad una domanda, “fa un piccolo passo avanti, soprattutto nella parte della concorrenza, togliendo alcuni poteri delegati alle Regioni e questo secondo me è un primo passo, ma il “muro di Berlino” rimane da abbattere”. L’Eurostat, ha concluso il governatore, “già ci divide in 5 macroaree, dobbiamo fare un lavoro dal basso e definire con il tempo quali sono le macroaree di funzione”.
Caldoro: “Assoluzione Berlusconi importante per Paese” – Esprime “felicità personale” Caldoro, per l’assoluzione di Silvio Berlusconi. Un’assoluzione che, ha sottolineato nel corso di un forum all’ANSA, “è importante per il Paese”. Caldoro parla di “accusa infamante” e aggiunge che “oggi ci liberiamo tutti”. “Si è finalmente chiusa una pagina per Berlusconi molto dura dal punto di vista personale e che politicamente investiva anche l’intero Paese”, ha sottolineato.
Caldoro: “Oggi c’è monopolio politico di Renzi” – Per Caldoro, “oggi c’è il monopolio politico di Renzi”. Il presidente del Consiglio “sta facendo cose utili per il Paese”, ha sottolineato il presidente della Regione Campania al forum all’ANSA, anche se “sulle riforme dovrebbe avere più coraggio, come sulle Regioni”. “Sia chiaro il monopolio non è per colpa di Renzi, fa la sua parte, si prende lo spazio che c’è – aggiunge – il fatto è che non c’è un’alternativa di Governo”.
La situazione economica della Campania, a cominciare dai mutamenti in atto e dalle opportunità da cogliere nei prossimi mesi, saranno al centro di un Forum che si è svolto nella redazione dell’Agenzia Ansa, a Roma, con il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, il presidente dell’associazione degli industriali di Napoli Ambrogio Prezioso e il presidente di SRM – Studi e Ricerche per il Mezzogiorno – Paolo Scudieri.
Fra gli altri temi che sono stati affrontati, quelli legati alla internazionalizzazione delle imprese, l’utilizzo delle risorse europee, la valorizzazione delle eccellenze del territorio, i processi di innovazione, il ruolo della Campania e del suo sistema produttivo per la ripresa economica e sociale del Mezzogiorno e dell’Italia.

Comments are closed.

L’Eurogruppo sulla Grecia verso la fumata grigia. Tsipras chiama Draghi: non si faccia influenzare

L’Eurogruppo sulla Grecia verso la fumata grigia. Tsipras chiama Draghi: non si faccia influenzare

Bruxelles: la lista delle riforme di Atene non è completa. Via al piano di acquisto titoli della Bce: 60 miliardi di euro al mese per rilanciare il credito e aumentare i consumi

[leggi]

Crisi ucraina, via al vertice Nato in Galles

Crisi ucraina, via al vertice Nato in Galles

A Newport i membri dell’Alleanza pronti a fare i conti con le possibili conseguenze di un’escalation militare. La Russia dispone di 845mila soldati La Nato oggi si trova di fronte a un vertice cruciale per la crisi ucraina, di fronte …[leggi]

“Rimani in Russia”

“Rimani in Russia”

Dopo la condanna di Manning parla il padre di Snowden In una serie di iniziative mediatiche, il padre di Snowden si schiera in difesa del figlio Ed In un messaggio trasmesso dalla tv pubblica russa, Lonnie Snowden ha salutato il …[leggi]

Powered By AK Featured Post