Grecia, il mini-summit Ue accelera il confronto. Merkel: «A breve lista di riforme», Tsipras ottimista

greciasirizaTutti pronti ad accelerare il processo che porterà allo sblocco degli aiuti, ma nemmeno un euro arriverà prima che il Governo presenti e attui le riforme come richiesto dall’accordo dell’Eurogruppo del 20 febbraio: il mini-summit sulla Grecia prova a rilanciare il dialogo tra Atene ed Europa, messo a dura prova dagli attacchi sferrati da entrambe le parti negli ultimi giorni.

Ora sta alla Grecia presentare la lista di riforme il prima possibile, e l’Eurogruppo è pronto a riunirsi in qualunque momento. «Aderiamo pienamente all’accordo dell’Eurogruppo del 20 febbraio, in spirito di reciproca fiducia siamo tutti impegnati ad accelerare i lavori e concluderli il prima possibile», si legge nel comunicato firmato dai tre presidenti di Eurogruppo (Dijsselbloem), Consiglio (Tusk) e Commissione (Juncker). Alla riunione erano presenti anche Mario Draghi, Merkel e Hollande.

«Riconfermiamo gli accordi pratici del processo, le discussioni politiche si terranno a Bruxelles, la missione di ricognizione si terrà ad Atene», chiariscono le parti nel comunicato, per togliere ogni dubbio sul ruolo della ex Troika. Tsipras si è impegnato a preparare «sotto la sua completa responsabilità» e a presentare all’Ue una «lista completa» di riforme entro breve, «nei prossimi giorni», ha detto la cancelliera Merkel al termine della riunione durata oltre tre ore.

Per il presidente Hollande l’incontro «è servito a ricordare a Tsipras l’urgenza e la situazione del paese. Quello che deve cambiare è il ritmo». «Se ci deve essere un accordo, la Grecia non deve perdere tempo», insiste, specificando che «più si va veloce, più presto arrivano i soldi in aiuto al paese». «Sono più ottimista dopo questo incontro, tutte le parti hanno confermato la loro intenzione di fare del loro meglio per superare le difficoltà della Grecia», ha commentato Tsipras.

Comments are closed.

L’Eurogruppo sulla Grecia verso la fumata grigia. Tsipras chiama Draghi: non si faccia influenzare

L’Eurogruppo sulla Grecia verso la fumata grigia. Tsipras chiama Draghi: non si faccia influenzare

Bruxelles: la lista delle riforme di Atene non è completa. Via al piano di acquisto titoli della Bce: 60 miliardi di euro al mese per rilanciare il credito e aumentare i consumi

[leggi]

Crisi ucraina, via al vertice Nato in Galles

Crisi ucraina, via al vertice Nato in Galles

A Newport i membri dell’Alleanza pronti a fare i conti con le possibili conseguenze di un’escalation militare. La Russia dispone di 845mila soldati La Nato oggi si trova di fronte a un vertice cruciale per la crisi ucraina, di fronte …[leggi]

“Rimani in Russia”

“Rimani in Russia”

Dopo la condanna di Manning parla il padre di Snowden In una serie di iniziative mediatiche, il padre di Snowden si schiera in difesa del figlio Ed In un messaggio trasmesso dalla tv pubblica russa, Lonnie Snowden ha salutato il …[leggi]

Powered By AK Featured Post