admin/ Febbraio 24, 2009/ home-prima, Politica/ 0 comments

152830-cacciariapIl sindaco della città lagunare: “E’ una strategia finanziaria per salvaguardia patrimonio artistico, è una operazione approvata dalla Sovraintendenza. E ci sono altri precedenti”

Il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, interviene sulle polemiche suscitate dall’accordo con Coca Cola per piazzare dei distributori della bibita tra le calle di Venezia. “Sono stupefatto – ha spiegato Cacciari in una nota – delle polemiche che si stanno scatenando sul progetto di partnership tra il Comune di Venezia e una delle pi grandi e prestigiose marche del mondo, la Coca Cola. Tale partnership – ha proseguito il sindaco di Venezia – segue perfettamente il metodo già adottato per altre e altrettanto prestigiose collaborazioni, come con Lancia per il restauro di Palazzo Ducale, con Swatch per la Biblioteca Marciana, con Replay per Ca’ Rezzonico, con Bulgari per la Scala d’Oro, e inoltre con Fassa Bortolo, Msc Crociere, Banca Intesa”.

Il sindaco di Venezia ha poi voluto sottolineare che quanto avviato con Coca Cola è di fatto “una strategia finanziaria oggi indispensabile per la salvaguardia del nostro patrimonio monumentale-artistico, ed esattamente in linea con quanto auspicato dal ministero dei Beni culturali. Ogni operazione – ha puntualizzato Cacciari – approvata dalla Soprintendenza ai Beni architettonici; i fondi ottenuti vengono usati con la massima trasparenza ai fini di tutela e salvaguardia della città”.
Cacciari, poi, mette in chiaro che la salvaguardia della città lagunare ed i suoi beni architettonici e storici non può essere garantita soltanto “da gratuito mecenatismo semplicemente irrealistica o dettata da pura malafede. Le ‘anime belle’ che protestano contro una simile strategia – ha aggiunto ancora Cacciari – che adottata ormai in tutti i luoghi e tutte le città del mondo, dovrebbero perlomeno avere il buon gusto di indicare qualche alternativa o, meglio ancora, provvedere di tasca propria agli inderogabili bisogni della loro città”.
Il Comune di Venezia, ha poi voluto chiarire il sindaco Massimo Cacciari, proseguirà “con decisione sulla strada così proficuamente intrapresa in questi anni, non solo per gli evidenti benefici economici, ma anche perchè ritengo fermamente che la collaborazione tra pubblico e privato – ha concluso – costituisce l’asse di qualsiasi strategia amministrativa, in tutti i campi, nel prossimo futuro”.

Share this Post

Leave a Comment