Rossi stritola pure Marquez: saprà reagire o crollerà come gli altri?

Dopo Biaggi, Gibernau, Stoner e Lorenzo, anche Marc deve inchinarsi nel corpo a corpo contro Rossi. Lo spagnolo della Honda ora è chiamato alla prova più dura: riuscire non essere ...leggi

Operai Cnh: «Non ci dimenticate»

cnhdi Luigina Venturelli
«Figli di un Dio minore». Così si sentono gli operai della Cnh di Imola, ignorati da un’azienda troppo arrogante per disturbarsi a rispondere a 450 lavoratori che rischiano il proprio posto, trascurati da un governo reticente e remissivo di fronte al più potente gruppo industriale italiano, e snobbati da un’opinione pubblica spesso distratta davanti al lento dissolversi del tessuto produttivo nazionale. Ma le tute blu in questione non accettano di veder morire in silenzio il loro stabilimento e provano a rompere il muro d’indifferenza che li circonda con un video-diario della loro protesta.

Da ieri è attiva su internet la pagina www.lavoratoricnh.blogspot.com, che i dipendenti Cnh (supportati tecnicamente da un blogger proveniente dallo staff di Ignazio Marino, candidato alla segreteria del Pd) aggiornano quotidianamente con un filmato e un breve articolo sullo stato della vertenza: la paura in un futuro incerto senza lavoro, la speranza in un tavolo di trattativa che tuteli la produzione e l’occupazione, la fatica di un presidio che dura ininterrottamente da oltre due mesi, il sostegno a uno sciopero della fame che, per il tenace Guido Barbieri, giunge oggi al suo nono giorno consecutivo. «È evidente la sua condizione di sofferenza fisica, serve trovare una soluzione alla vertenza in tempi brevissimi» ha sottolineato Marino – tra l’altro, medico di fama internazionale – che ieri ha visitato il presidio di Imola. L’urgenza medica e l’urgenza politica corrono di pari passo.

1 comment to Operai Cnh: «Non ci dimenticate»

  • Guido Barbieri

    Dopo 81 giorni di presidio e uno sciopero della fame di 11 giorni,  le cose le cose non sono cambiate poi molto.Siamo ancora in attesa.Prima cerano i tuoi articoli che ci davano un po’ di visibilità,ora il silenzio più totale. con affetto e stima Guido

Leave a Reply