Se Cofferati resta solo…

Alberto Asor Rosa:

“E’ paradossale che la Cgil, nel momento decisivo, non abbia neanche un partito politico disponibile a sostenere fino in fondo le sue ragioni. Eppure ci giochiamo tutto lì”. A Roma il sostegno degli intellettuali al sindacato COSIMO ROSSI “Mi sembra abbastanza singolare che la Cgil non abbia neanche un partito politico che si dichiari disponibile a sostenere fino in fondo le sue ragioni”. Alberto Asor Rosa guarda con preoccupazione all’assenza di sostegno politico alla lotta sindacale, soprattutto da parte dei Ds. Lui, invece, è impegnato da mesi insieme a un gruppo di intellettuali nel sostenere la battaglia sui diritti portata avanti dalla Cgil: prima con il manifesto e la successiva iniziativa alla vigilia della manifestazione del 23 marzo a Roma. Oggi con un secondo incontro seminariale su “lavoro e cultura nella società in evoluzione”, nel quale, oltre a quello di Asor Rosa, sono previsti gli interventi di Luciano Galliano, Marino Piazza, Mario Tronti e Sergio Cofferati. Come intellettuali vi siete mobilitati in un momento in cui il fronte sindacale era unito sull’articolo 18. Oggi che invece la Cgil conduce da sola questa battaglia cambia anche la natura della vostra iniziativa? Dal nostro punto di vista non cambia assolutamente nulla, perché le nostre iniziative consistono nel tentativo di dare contributo di analisi e di pensiero alle lotte che la Cgil conduce con i lavoratori, da sola o insieme agli altri sindacati. Questa funzione non viene meno in presenza di una situazione che politicamente e socialmente può essere considerata piùdifficile. Anzi, si potrebbe dire che valenza del nostro contributo acquista un significato maggiore. Ci sono moti conflitti insieme in questo momento. C’è quello della Cgil con il governo, c’è quello che si spera provvisorio della Cgil con gli altri sindacati e c’è anche dibattito interno al centrosinistra e alla stessa sinistra. Ma le grandi questioni di fondo su cui vogliamo ragionare – cultura, lavoro, presenza delle donne in ognuno di questi pezzi – non vengono modificate radicalmente dal fatto che la Cgil è isolata rispetto al contesto sindacale e ha dei problemi di rapporto rispetto al centrosinistra. Presumiamo di fare dei ragionamenti e analisi che vanno al di là. Le questioni di fondo hanno forse un confine europeo, se si guarda al conflitto sociale esploso anche in Spagna ma anche alla crisi dei governi di centrosinistra… E’ certamente una dimensione europea. Tanto piùnon c’è interferenza tra la situazione attuale in Italia a e nostri ragionamenti. D’altra parte non siamo un gruppo che esprime punto di vista coeso: siamo un gruppo di persone che pensano di poter dare dei contributi alla Cgil e questo è il fondamentale punto di unità. Direi che il seminario di domani è caratterizzato dall’esigenza di stabilire dei luoghi privilegiati dell’analisi sociale e culturale che ci si trova di fronte quando si affrontano argomenti di questo genere. Mi pare evidente che il punto decisivo sia l’attacco al welfare che viene da piùparti, di conseguenza il nostro impegno non può non vertere sull’esigenza di una risposta su questo terreno: cosa di fa di fronte alla crisi welfare e quali modelli vanno fatti emergere anche dai conflitti in corso?

Anche un modello a ispirazione sociale come quello francese è stato duramente battuto e questa sconfitta viene utilizzata a suffragio della terza via blairiana… Non credo che la sconfitta francese sia riducibile alla sconfitta degli elementi di socialità che il governo Jospin aveva introdotto. Probabilmente in quel caso è mancato il dato politico dell’unità del centrosinistra, che certamente è un aspetto non indifferente rispetto alla possibilità di vincere. Non penso di conseguenza che la sconfitta di Jospin in Francia sia un automatico punto di appoggio argomento per una ipotetica linea europea di ispirazione blairiana. Non vedo nemmeno come il blairismo possa essere trasferito in Italia, tenendo conto che qui il sistema bipolare è lungi dall’affermarsi e che c’è una sinistra che corrisponde a logiche e tradizioni con cui Blair non ha nulla a che fare. Tuttavia, in Italia come in Europa sembra profilarsi una separazione strategica tra l’idea di un aggregato democratico che introduce forti elementi di liberismo nelle politiche economiche e sociali e il tentativo di ricostruire una politica sociale di sinistra. Penso che la linea di divisione all’interno della sinistra sia sostanzialmente questa. Aggiungendo poi che in Italia la sinistra vincente non è la sinistra tout cuort, ma il potenziale centrosinistra, dentro il quale le opinioni sono diversificate. Il problema secondo me è che la sinistra sociale è piùindietro con l’elaborazione, con i tempi. Conosce maggiore difficoltà dell’altra linea perché tutto sommato è piùambiziosa: non è un mix di tradizione socialista è liberismo, ma vorrebbe essere una nuova proposta ispirata alla grande tradizione socialista europea. Questo certamente comporta un pragmatismo inferiore e un impegno di riflessione. E così torniamo al punto di partenza: bisogna aiutare ridefinire un profilo e un’identità di una sinistra di questo tipo. Questa mi sembra la posta in gioco. Una posta in gioco condivisa da una parte dell’elettorato e dei militanti che si sono come rimotivati attraverso attraverso il conflitto, ma che trova su cui una parte dei gruppi dirigenti sono scettici… Naturalmente è sempre difficile fare un’analisi dei flussi, che ognuno tira dalla sua. Credo che il grande movimento creato dalla Cgil abbia avuto incidenza sul risveglio di parte dell’opinione pubblica di sinistra che si era tirata indietro. Gli effetti si vedono anche nei risultati delle recenti elezioni amministrative. In ogni caso mi pare che lo scossone dato dalla Cgil alla sinistra sia stato estremamente salutare. Senonché il segretario ds Fassino fa lo sgambetto a Cofferati: un voto che forse dimostra definitivamente come anche nei Ds esistano due opzioni strategiche differenti. Questo lo sapevamo anche prima. Adesso diventa piùevidente. In linea puramente teorica potrebbe aver ragione Fassino quando dice che la linea di un partito può coincidere precisamente con quella di un sindacato. Di fatto, però, è abbastanza straordinario che la Cgil non abbia neanche un partito politico che si dichiari disponibile a sostenere fino in fondo le sue ragioni. Già, perché se da un lato i Ds si dividono e una parte molla Cofferati, dall’altro Rifondazione, che sostiene Cofferati, lo fa attraverso il referendum sull’estensione dell’art. 18 che preoccupa il sindacato… Anche Rifondazione fa il suo legittimo gioco politico. Forse sottovalutano che in questa fase il punto decisivo è che la Cgil ce la faccia. Ci giochiamo tutto lì.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Politica della Privacy

Questo sito internet, urla.com e tutte le informazioni personali raccolte dagli utenti di questo Sito, sono proprietà esclusiva di urla.com. In questo documento di Politica della Privacy ogni riferimento a "noi", "ci", "nostro", sono riferimenti a urla.com.

La privacy dei nostri utenti per noi è una cosa seria.

Questo documento di "Politica della Privacy" (la "Politica") sintetizza come gestiamo le vostre informazioni personali ed è parte integrante dei "Termini e Condizioni d'Uso" del Sito. Questa Politica si applica solo a questo Sito e non alla raccolta e all'uso delle informazioni personali che potrebbero essere effettuate da qualsiasi terza parte attraverso qualsiasi altro sito web per il quale esistano collegamenti sul nostro sito.

Noi non siamo responsabili per le politiche della privacy di altri siti web e vi incoraggiamo a rendervi conto di quando lasciate il Sito.

Consenso

Il vostro uso di questo Sito, implica il consenso alla raccolta e all'utilizzo da parte nostra delle informazioni (a volte anche personali) che vi riguardano, nei termini indicati con questa Politica.

Che informazioni raccogliamo?

Potete accedere alla home page di questo Sito e navigare all'interno del Sito senza rivelarci alcun dato personale.

Per potervi fornire alcuni determinati servizi, però, potremmo aver bisogno di raccogliere alcune specifiche informazioni personali, che vi richiederemo se e quando necessario. In questi casi vi richiederemo esplicita autorizzazione al trattamento dei dati forniti (ad esempio nella pagina di registrazione).

Come utilizziamo le vostre informazioni?

Tutte le informazioni personali che vi riguardano saranno usate e registrate da noi nel rispetto della corrente normativa sul "trattamento dei dati personali" e secondo questa Politica.

Possiamo utilizzare le vostre informazioni personali per comunicare con voi, ad esempio per farvi sapere dell'esistenza di nuove funzioni e attività su urla.com, per realizzare indagini statistiche e, in forma aggregata (e quindi anonima) per attività di marketing, per tracciare le attività sul nostro sito, per pubblicare informazioni sulle pagine preferite e/o per migliorare l'utilità e i contenuti e per qualsiasi altro scopo che vi comunicheremo.

Possiamo gestire una o più mailing list, per inviarvi notizie relative al mondo urla.com . Queste mailing list sono "opt-in", il che significa che chi desidera esservi incluso deve iscriversi alla specifica lista.

Noi mandiamo email solo agli indirizzi che si sono iscritti ad una specifica lista. Noi non facciamo "spam".

Se desiderate cancellarvi da una lista (Cancellazione parziale), potete farlo dalla pagina di registrazione del sito o inviarci un email a info@urla.com .

Noi non condividiamo, né concediamo in uso a terzi né vendiamo i vostri indirizzi email.

Ci riserviamo il diritto di consegnare le vostre informazioni personali a chiunque dovesse prendersi carico della gesione del Sito o acquistasse in tutto o in parte le nostre proprietà, che includono i vostri dati personali. In questo caso sarete informati della cessione e potrete cancellare i vostri dati.

Ci riserviamo il diritto di consegnare le vostre informazioni personali all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta nell'ambito di una indagine ufficiale, una volta che fossimo ragionevolmente certi delle circostanze che riguardano la richiesta.

Ci riserviamo altresì il diritto di accedere e consegnare le vostre informazioni personali allo scopo di obbedire alle leggi in vigore e a legittime richieste da parte del governo, per far funzionare correttamente i nostri sistemi e per proteggere i nostri utenti e noi stessi. Ad eccezione di quanto esplicitamente dichiarato in questa Politica, non venderemo, né condivideremo, né concederemo in uso le vostre informazioni personali senza il vostro espresso consenso.

Sicurezza

Prendiamo ogni possibile precauzione per proteggere le vostre informazioni personali. Inoltre abbiamo protocolli di sicurezza per proteggere il nostro database degli utenti da accessi non autorizzati, uso improprio, modifiche non autorizzate, distruzione illegale o cancellazioni accidentali.

Noi consentiamo l'accesso al database dei nostri utenti solo quando assolutamente necessario e anche allora secondo regole severe riguardo a cosa si può fare di tali informazioni. Potremmo dovervi chiedere di dimostrare la vostra identità prima di darvi accesso a informazioni anche se vi riguardano.

Sondaggi

Il nostro scopo è di migliorare costantemente il servizio che offriamo. Di conseguenza potremmo occasionalmente intervistare i nostri utenti, utilizzando dei sondaggi.

La partecipazione ai sondaggi è volontaria, e non siete in alcun modo obbligati a rispondere alle domande che potreste ricevere da noi. Se decideste di rispondere, tratteremmo le informazioni che ci fornireste secondo gli stessi standard elevati con cui trattiamo tutte le altre informazioni personali degli utenti.

Attività La vostra partecipazione al nostro Sito significa che potremmo contattarvi per invitarvi a partecipare ad attività, giochi o concorsi. La partecipazione a qualsiasi attività del Sito è volontaria e non sarete in alcun modo tenuti a rispondere ai nostri inviti. Se decideste di partecipare a una nostra attività, tratteremmo le informazioni che ci fornireste secondo gli stessi standard elevati con cui trattiamo tutte le altre informazioni personali degli utenti. Cookie Quando visitate uno dei nostri Siti potremmo inviare un "cookie" al vostro browser. L'uso dei cookie non è in alcun modo collegato ad alcuna informazione personale raccolta durante la navigazione del Sito. Un cookie è un piccolo documento che è memorizzato sul disco fisso del vostro computer a scopo di archivio. Possiamo utilizzarli per fare diverse cose: ad esempio i cookie possono servire a mantenere statistiche anonime dei servizi da voi preferiti o dei percorsi che seguite durante la navigazione nel Sito. Quando i cookie sono utilizzati in questo modo, non siete identificati individualmente e qualsiasi informazione raccolta in questo modo è utilizzata solo in forma aggregata (statistica). Alcuni dei nostri partner commerciali (ad esempio licenziatari e sponsor) potrebbero utilizzare dei cookie sul nostro Sito (nei banner pubblicitari) o sui loro siti raggiungibili dal nostro tramite link. Noi non abbiamo accesso né possiamo controllare questi cookie. Non siete obbligati ad accettare i cookie da noi, né da alcun altro sito web e potete impostare il vostro browser perché non accetti i cookie, anche se in questo caso alcune funzioni del Sito potrebbero non essere disponibili. Correzione e aggiornamento dei dati personali Se i vostri dati personali cambiano o se credete che le informazioni nei nostri database che vi riguardano non siano corrette, potete aggiornarle accedendo come utenti registrati al vostro profilo o scrivendo a info@urla.com . Cancellazione parziale Speriamo che il nostro Sito e i servizi che offriamo vi piacciano. Potete comunque richiedere che i vostri dati personali non siano utilizzati nei modi riassunti sopra. Questa operazione è chiamata "cancellazione parziale" e può essere fatta in uno dei seguenti modi: - accedendo come utente registrato al vostro profilo, disabilitando i box relativi agli usi di dati non desiderati e salvando; - scrivendo a info@urla.com, indicando i servizi di cui non volete più fruire. Cancellazione totale In qualsiasi momento potete richiedere che i vostri dati personali siano completamente cancellati dai nostri database. Questa operazione è chiamata "cancellazione totale" e può essere fatta in uno dei seguenti modi: - accedendo come utente registrato al vostro profilo, selezionando l'opzione di cancellazione del profilo e seguendo le istruzioni; - scrivendo a info@urla.com , e seguendo le istruzioni che vi verranno fornite. Aggiornamenti del Sito e dei suoi servizi In quanto iscritti al Sito potremmo inviarvi messaggi che riguardano aggiornamenti relativi al Sito e ai suoi servizi. Se volete cancellarvi da questa mailing list, dovete effettuare la cancellazione totale. Notifiche di cambiamento Nel caso dovessimo modificare la nostra "Politica della Privacy", lo comunicheremo nella nostra home page. Supporto alla Privacy In caso di dubbi che riguardano la nostra "Politica della Privacy", potrete contattarci al nostro indirizzo email info@urla.com .


cookie & urla.com

urla.com utilizza i cookie, per semplificare e migliorare la navigazione. Cosa sono i Cookie? I cookie sono delle informazioni scambiate tra il server di urla.com e il tuo computer. Permettono di creare delle statistiche sulle aree del sito visitate dagli utenti in modo anonimo e vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito stesso alla visita successiva.

I tipi di cookie che utilizza urla.com

Cookie funzionali Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Cookie statistici e di performance Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitate, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Oppure indicano che si è arrivati su urla.com dopo aver ricercato una determinata parola su un motore di ricerca. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Come Google Analytics e Google Tag Manager Cookie sociali All'interno di alcune pagine (ad esempio il dettaglio di una notizia) ti consentono di condividere sulla tua bacheca facebook o sulla tua timeline twitter un indirizzo di urla.com.

Google Analytics e Google Tag Manager

urla.com e i suoi sottodomini utilizzano Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Il sito web urla.com può utilizzare i cookie tecnici di terze parti riportati nella tabella seguente

Blog/portale      Cookie                                 Tipo        Utilizzo

urla.com              urla                                   tecnico       Tuo profilo

urla.com             Doubleclick                                           Analitycs

urla.com             Google Tag Manager                             Analitycs

urla.com             Google Analytics                                    Analitycs

urla.com             Instagram                                              Analitycs

urla.com             Youtube                                               Analitycs

urla.com             Facebook                                            Analitycs

urla.com             Twitter                                                Analitycs

Come modificare le impostazioni sui cookie? La maggior parte dei browser Internet accetta i cookie automaticamente, ma e' possibile modificare le impostazioni del browser per cancellare i cookie o impedirne l'accettazione automatica. Puoi anche rifiutare l'uso dei cookie ma in questo caso, la possibilita' di fornirti informazioni e servizi personalizzati sara' limitata, o alcune funzionalita' del sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili. Di seguito una serie di link alle guide per le impostazioni relative ai cookie dei principali browser.

Chiudi