admin/ Ottobre 1, 2008/ Eventi/ 0 comments

di DANIELA BURGASSI

FRANCAVILLA — Pirotecnica l’estate francavillese che. Il clou è previsto nel mese di agosto quando in scena si susseguiranno cantanti del calibro di Gerardina Trovato il 4 agosto in piazza Adriatico, Gilda Giuliani il 15 in piazza San Franco, il 16 nella stessa sede, Michele Zarrillo, il 17 nella zona antistante piazza Sirena, Alexia, il 25 Nicola Di Bari. Ma in attesa delle tradizionali feste d’agosto, il Comune ha programmato con oltre cento serate che spaziano con grande disinvoltura dal jazz al teatro, dall’animazione per bambini alla musica classica, dai concerti all’atelier dedicato al cenacolo michettiano. Un appuntamento, quest’ultimo, tra musica e poesia che Davide Cavuti, responsabile artistico del calendario, dedica con la lettura di liriche a Francesco Paolo Tosti, Gabriele d’Annunzio e a Francesco Paolo Michetti. Un suggestivo preludio alla cinquantatreesima edizione del premio intitolato al celebre artista francavillese che appose la sua firma su tele, note in tutto il mondo, come “Gli storpi” e le “Serpi”. L’evento, artistico e culturale, ma ancor di piùmondano, si inaugurerà al Mumi il 20 luglio per poi chiudere i battenti a fine ottobre. Il calendario si apre il 4 luglio nel giardinetto di via Zara dove il quartiere con l’associazione Alento, ha dato il via alle danze con il gruppo “Adriani”. In piazza della Rinascita il 6 luglio alle ore 21,15 in scena andrà la “Florence Dance Company” in Bolero con Grazia Galante, mentre il 23, nel chiostro del Mumi serata di beneficenza per le famiglie argentine con il noto pianista Alexander Lonquich. A partire dal 24 luglio via alle quattro giornate del “Francavilla Jazz” che, al Mumi, presenta il “Balkan Project Mittle Europa Ensamble”, a seguire il 26 “Franco Cerri e Quartetto Novecento”, il 29 “Playing Brass” e il 30 “The Dirty Tone’s Band”. “A chiusura delle feste d’agosto — spiega l’assessore al Turismo Daniele D’Amario — si svolgeranno come ogni anno i fuochi a mare”. Come dire, chiusura col botto.

Share this Post

Leave a Comment