La Cgil ha riempito le piazze E la parola d’ordine è “futuro”

Decine di migliaia nelle “cento città”. Trasporti in crisi e molte aziende bloccate per lo sciopero generale. Susanna Camusso parla di manovra “irresponsabile”, chiede un passo indietro al governo, annuncia che il sindacato farà di tutto contro le deroghe all’articolo 18.
Mancano pochi minuti all’una e il popolo dello sciopero generale sciama su via dei Fori Imperiali verso i pullman della Cgil. Altri manifestanti raggiungono la metro, altri ancora sono arrivati in treno e tornano alla stazione Termini. E c’è perfino chi ha fatto il percorso in bicicletta, dal centro. Molti cantano “Bella ciao”, sulle note dei Modena City Ramblers. Tutti hanno appena finito di applaudire il segretario, Susanna Camusso, che ha parlato dal palco, davanti all’arco di Costantino, pochi passi dal Colosseo. E c’è un’aria allegra. L’aria di chi sente di aver fatto il proprio dovere. “Sempre forti e sempre grandi”, grida Armanda De Angelis, 62 anni, ai compagni dell’autobus che sta per ripartire per Guidonia. E poi si gira verso alcuni ragazzi: “Io sono qui per voi, per il vostro futuro, contro la minaccia all’articolo 18. E sono qui per la figlia di una mia amica, una giovane biologa, che ha perso anche il lavoro da precaria e ora è costretta a partire per l’Olanda”.

Il tema del futuro è centrale in tutti i discorsi: dei sindacalisti come dei manifestanti scesi a protestare in 100 piazze, da Milano – con comizio conclusivo in piazza San Babila – a Palermo. Da Bologna – teatro piazza Maggiore, con il presidente della Regione Errani – a Bari. Da Torino – dove alcuni No tav hanno provato a salire sul palco di piazza San Carlo – a Firenze. Da Napoli – dove 8 poliziotti sono stati feriti dal lancio di petardi (ma la manifestazione era quella indetta da Cobas e Usb) – a Genova. Ha un sapore antico, invece, la polemica sulle cifre. Per evitare il solito balletto, la Cgil ha preferito non fornire stime sui partecipanti ai cortei. Ma c’è, anche stavolta, lo scontro sull’adesione. Con il sindacato che parla del 60 per cento (circa il 70 per cento nei trasporti, con punte dell’80 per cento in Fincantieri e del 70 nello stabilimento di Emma Marcegaglia a Mantova ). E governo e aziende che snocciolano cifre modestissime. La Fiat sostiene che l’adesione media, negli stabilimenti italiani, è stata del 15 per cento; secondo il ministro Brunetta, la percentuale è stata del 3,6 per cento nella pubblica amministrazione, Sacconi se la cava parlando di una protesta minoritaria, con partecipazione bassissima (mentre sull’articolo 8 della manovra – che introduce le deroghe allo statuto dei lavoratori – a manifestazione ancora in corso Sacconi fa sapere: “Non ci rinunciamo, non se ne parla”). Di sicuro, sul fronte dei trasporti, sono stati penalizzati soprattutto i voli, con 200 cancellazioni tra arrivi e partenze negli aeroporti di Roma e Milano.

GUARDA LE CRONACHE CITTA’ PER CITTA’ 1

Ma torniamo al futuro. “Il Paese non merita questa manovra – ha scandito dal palco Susanna Camusso – perché è irresponsabile: non c’è un’idea sul futuro del Paese e sulla crescita”. E’ stato questo uno dei passaggi più applauditi di tutto l’intervento, dal palco di Roma. Così come la piazza è esplosa in un boato all’annuncio di una guerra a tutto campo contro le deroghe all’articolo 18. “E’ una vergogna, se il parlamento non stralcia quella norma – dice il segretario della Cgil – deve sapere che useremo tutte le iniziative che sono possibili, la corte costituzionale, la corte di giustizia, le cause, tutto…” Nel costruire questo futuro il Paese – sembra di capire – non potrà certo contare sull’unità sindacale. Quando Susanna Camusso cita “i cugini di Cisl e Uil” dalla piazza vengono giù fischi e boati di disapprovazione.

E di futuro – e di bambini – parlano i tanti striscioni che fanno riferimento alla scuola. “Da oggi diremo ai nostri bambini: spingi, se vuoi un po’ di posto”, c’è scritto su un cartello. E su un altro: “Alemanno e Polverini tagliano i diritti dei bambini”. Maria Imperiale, educatrice in una scuola per l’infanzia, spiega che le classi stanno diventando sempre più un pollaio. E Paola dice che non sa come pagare la retta per il nido, e pensa quasi che sia meglio rinunciare al lavoro da mille euro al mese. E che con i tagli agli enti locali sarà anche peggio.

Mille euro al mese anche per Alessandro Vivarelli, informatico e precario da 12 anni. “Significa 12 anni senza malattia, senza ferie”. E per fortuna che c’è il lavoro sicuro della compagna, Cristina. C’è Umarò, immigrato del Senegal, che vende libri di poeti africani: “Ma la crisi si sente – racconta – la gente compra sempre di meno”. Alessandro, di Civitavecchia, il lavoro l’ha perso un anno fa: un tempo determinato alla Regione. “A quelli come me questa manovra non offre alcuna prospettiva”. E c’è chi si dice spaventato: “Come faccio a non avere paura con un governo che cambia la manovra quattro volte in poche settimane”, dice quasi gridando Pietro D’angelo, lavoratore del commercio.

Tante storie, tante facce della crisi. La politica, in questa giornata, sta un po’ a margine. Si vedono il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, che stringe tante mani e chiede “elezioni subito”; il numero uno di Sel e governatore della Puglia Nichi Vendola, che tra l’altro firma il referendum sulla legge elettorale. Il presidente dei Verdi, Angelo Bonelli. E poi sfilano le bandiere della Federazione della sinistra. Ma è per Pier Luigi Bersani che il corteo si scalda di più: perché in tanti vorrebbero parlargli, e dare suggerimenti, e fare critiche. Un gruppo di signore grida al segretario: “Liberateci”. Bersani fa sì con la testa e poi aggiunge: “Ma questi li abbiamo votati noi…”. Il leader del Pd chiede di correggere la manovra, di tagliare innanzitutto l’articolo 8 con le deroghe allo statuto dei lavoratori, di avviare un percorso di transizione. Nel corteo c’è chi gli dà subito ragione, come Maurizio Fideni. “Davanti alla crisi è importante dare una prova di unità, partecipando a un governo di solidarietà nazionale”, dice all’amico Eugenio, che però vede l’ipotesi come una sciagura. E c’è chi spera solo in Napolitano: “Libera nos a malo”, recita un cartello rivolto al capo dello Stato”.

Ora, dopo la piazza, la palla passa alla politica. “Noi il nostro dovere l’abbiamo fatto”, dicono Cinzia e Mario, che vanno via mano nella mano.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Politica della Privacy

Questo sito internet, urla.com e tutte le informazioni personali raccolte dagli utenti di questo Sito, sono proprietà esclusiva di urla.com. In questo documento di Politica della Privacy ogni riferimento a "noi", "ci", "nostro", sono riferimenti a urla.com.

La privacy dei nostri utenti per noi è una cosa seria.

Questo documento di "Politica della Privacy" (la "Politica") sintetizza come gestiamo le vostre informazioni personali ed è parte integrante dei "Termini e Condizioni d'Uso" del Sito. Questa Politica si applica solo a questo Sito e non alla raccolta e all'uso delle informazioni personali che potrebbero essere effettuate da qualsiasi terza parte attraverso qualsiasi altro sito web per il quale esistano collegamenti sul nostro sito.

Noi non siamo responsabili per le politiche della privacy di altri siti web e vi incoraggiamo a rendervi conto di quando lasciate il Sito.

Consenso

Il vostro uso di questo Sito, implica il consenso alla raccolta e all'utilizzo da parte nostra delle informazioni (a volte anche personali) che vi riguardano, nei termini indicati con questa Politica.

Che informazioni raccogliamo?

Potete accedere alla home page di questo Sito e navigare all'interno del Sito senza rivelarci alcun dato personale.

Per potervi fornire alcuni determinati servizi, però, potremmo aver bisogno di raccogliere alcune specifiche informazioni personali, che vi richiederemo se e quando necessario. In questi casi vi richiederemo esplicita autorizzazione al trattamento dei dati forniti (ad esempio nella pagina di registrazione).

Come utilizziamo le vostre informazioni?

Tutte le informazioni personali che vi riguardano saranno usate e registrate da noi nel rispetto della corrente normativa sul "trattamento dei dati personali" e secondo questa Politica.

Possiamo utilizzare le vostre informazioni personali per comunicare con voi, ad esempio per farvi sapere dell'esistenza di nuove funzioni e attività su urla.com, per realizzare indagini statistiche e, in forma aggregata (e quindi anonima) per attività di marketing, per tracciare le attività sul nostro sito, per pubblicare informazioni sulle pagine preferite e/o per migliorare l'utilità e i contenuti e per qualsiasi altro scopo che vi comunicheremo.

Possiamo gestire una o più mailing list, per inviarvi notizie relative al mondo urla.com . Queste mailing list sono "opt-in", il che significa che chi desidera esservi incluso deve iscriversi alla specifica lista.

Noi mandiamo email solo agli indirizzi che si sono iscritti ad una specifica lista. Noi non facciamo "spam".

Se desiderate cancellarvi da una lista (Cancellazione parziale), potete farlo dalla pagina di registrazione del sito o inviarci un email a info@urla.com .

Noi non condividiamo, né concediamo in uso a terzi né vendiamo i vostri indirizzi email.

Ci riserviamo il diritto di consegnare le vostre informazioni personali a chiunque dovesse prendersi carico della gesione del Sito o acquistasse in tutto o in parte le nostre proprietà, che includono i vostri dati personali. In questo caso sarete informati della cessione e potrete cancellare i vostri dati.

Ci riserviamo il diritto di consegnare le vostre informazioni personali all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta nell'ambito di una indagine ufficiale, una volta che fossimo ragionevolmente certi delle circostanze che riguardano la richiesta.

Ci riserviamo altresì il diritto di accedere e consegnare le vostre informazioni personali allo scopo di obbedire alle leggi in vigore e a legittime richieste da parte del governo, per far funzionare correttamente i nostri sistemi e per proteggere i nostri utenti e noi stessi. Ad eccezione di quanto esplicitamente dichiarato in questa Politica, non venderemo, né condivideremo, né concederemo in uso le vostre informazioni personali senza il vostro espresso consenso.

Sicurezza

Prendiamo ogni possibile precauzione per proteggere le vostre informazioni personali. Inoltre abbiamo protocolli di sicurezza per proteggere il nostro database degli utenti da accessi non autorizzati, uso improprio, modifiche non autorizzate, distruzione illegale o cancellazioni accidentali.

Noi consentiamo l'accesso al database dei nostri utenti solo quando assolutamente necessario e anche allora secondo regole severe riguardo a cosa si può fare di tali informazioni. Potremmo dovervi chiedere di dimostrare la vostra identità prima di darvi accesso a informazioni anche se vi riguardano.

Sondaggi

Il nostro scopo è di migliorare costantemente il servizio che offriamo. Di conseguenza potremmo occasionalmente intervistare i nostri utenti, utilizzando dei sondaggi.

La partecipazione ai sondaggi è volontaria, e non siete in alcun modo obbligati a rispondere alle domande che potreste ricevere da noi. Se decideste di rispondere, tratteremmo le informazioni che ci fornireste secondo gli stessi standard elevati con cui trattiamo tutte le altre informazioni personali degli utenti.

Attività La vostra partecipazione al nostro Sito significa che potremmo contattarvi per invitarvi a partecipare ad attività, giochi o concorsi. La partecipazione a qualsiasi attività del Sito è volontaria e non sarete in alcun modo tenuti a rispondere ai nostri inviti. Se decideste di partecipare a una nostra attività, tratteremmo le informazioni che ci fornireste secondo gli stessi standard elevati con cui trattiamo tutte le altre informazioni personali degli utenti. Cookie Quando visitate uno dei nostri Siti potremmo inviare un "cookie" al vostro browser. L'uso dei cookie non è in alcun modo collegato ad alcuna informazione personale raccolta durante la navigazione del Sito. Un cookie è un piccolo documento che è memorizzato sul disco fisso del vostro computer a scopo di archivio. Possiamo utilizzarli per fare diverse cose: ad esempio i cookie possono servire a mantenere statistiche anonime dei servizi da voi preferiti o dei percorsi che seguite durante la navigazione nel Sito. Quando i cookie sono utilizzati in questo modo, non siete identificati individualmente e qualsiasi informazione raccolta in questo modo è utilizzata solo in forma aggregata (statistica). Alcuni dei nostri partner commerciali (ad esempio licenziatari e sponsor) potrebbero utilizzare dei cookie sul nostro Sito (nei banner pubblicitari) o sui loro siti raggiungibili dal nostro tramite link. Noi non abbiamo accesso né possiamo controllare questi cookie. Non siete obbligati ad accettare i cookie da noi, né da alcun altro sito web e potete impostare il vostro browser perché non accetti i cookie, anche se in questo caso alcune funzioni del Sito potrebbero non essere disponibili. Correzione e aggiornamento dei dati personali Se i vostri dati personali cambiano o se credete che le informazioni nei nostri database che vi riguardano non siano corrette, potete aggiornarle accedendo come utenti registrati al vostro profilo o scrivendo a info@urla.com . Cancellazione parziale Speriamo che il nostro Sito e i servizi che offriamo vi piacciano. Potete comunque richiedere che i vostri dati personali non siano utilizzati nei modi riassunti sopra. Questa operazione è chiamata "cancellazione parziale" e può essere fatta in uno dei seguenti modi: - accedendo come utente registrato al vostro profilo, disabilitando i box relativi agli usi di dati non desiderati e salvando; - scrivendo a info@urla.com, indicando i servizi di cui non volete più fruire. Cancellazione totale In qualsiasi momento potete richiedere che i vostri dati personali siano completamente cancellati dai nostri database. Questa operazione è chiamata "cancellazione totale" e può essere fatta in uno dei seguenti modi: - accedendo come utente registrato al vostro profilo, selezionando l'opzione di cancellazione del profilo e seguendo le istruzioni; - scrivendo a info@urla.com , e seguendo le istruzioni che vi verranno fornite. Aggiornamenti del Sito e dei suoi servizi In quanto iscritti al Sito potremmo inviarvi messaggi che riguardano aggiornamenti relativi al Sito e ai suoi servizi. Se volete cancellarvi da questa mailing list, dovete effettuare la cancellazione totale. Notifiche di cambiamento Nel caso dovessimo modificare la nostra "Politica della Privacy", lo comunicheremo nella nostra home page. Supporto alla Privacy In caso di dubbi che riguardano la nostra "Politica della Privacy", potrete contattarci al nostro indirizzo email info@urla.com .


cookie & urla.com

urla.com utilizza i cookie, per semplificare e migliorare la navigazione. Cosa sono i Cookie? I cookie sono delle informazioni scambiate tra il server di urla.com e il tuo computer. Permettono di creare delle statistiche sulle aree del sito visitate dagli utenti in modo anonimo e vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi al sito stesso alla visita successiva.

I tipi di cookie che utilizza urla.com

Cookie funzionali Questi cookie sono essenziali al fine di consentire di spostarsi in tutto il sito ed utilizzare a pieno le sue caratteristiche. Cookie statistici e di performance Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitate, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Oppure indicano che si è arrivati su urla.com dopo aver ricercato una determinata parola su un motore di ricerca. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Come Google Analytics e Google Tag Manager Cookie sociali All'interno di alcune pagine (ad esempio il dettaglio di una notizia) ti consentono di condividere sulla tua bacheca facebook o sulla tua timeline twitter un indirizzo di urla.com.

Google Analytics e Google Tag Manager

urla.com e i suoi sottodomini utilizzano Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( "Google") . Google Analytics utilizza dei "cookies" , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Il sito web urla.com può utilizzare i cookie tecnici di terze parti riportati nella tabella seguente

Blog/portale      Cookie                                 Tipo        Utilizzo

urla.com              urla                                   tecnico       Tuo profilo

urla.com             Doubleclick                                           Analitycs

urla.com             Google Tag Manager                             Analitycs

urla.com             Google Analytics                                    Analitycs

urla.com             Instagram                                              Analitycs

urla.com             Youtube                                               Analitycs

urla.com             Facebook                                            Analitycs

urla.com             Twitter                                                Analitycs

Come modificare le impostazioni sui cookie? La maggior parte dei browser Internet accetta i cookie automaticamente, ma e' possibile modificare le impostazioni del browser per cancellare i cookie o impedirne l'accettazione automatica. Puoi anche rifiutare l'uso dei cookie ma in questo caso, la possibilita' di fornirti informazioni e servizi personalizzati sara' limitata, o alcune funzionalita' del sito potrebbero non funzionare correttamente ed alcuni dei servizi non essere disponibili. Di seguito una serie di link alle guide per le impostazioni relative ai cookie dei principali browser.

Chiudi