admin/ Ottobre 24, 2012/ In Prima, Informa, Interna, Politica/ 0 comments

La proposta ora dovrà essere esaminata dalla commissione Bilancio di Montecitorio
La commissione lavoro della Camera ha approvato all’unanimità (solo il deputato del Pdl Giuliano Cazzola non ha partecipato) un emendamento alla Legge di Stabilità che amplia le garanzie per gli esodati, i cittadini che hanno lasciato il lavoro immaginando di potere andare in pensione con le «vecchie» regole e che ora, entrate in vigore le nuove norme, si ritrovano in una situazione di «limbo», senza occupazione e senza assegno previdenziale. La proposta, che ora dovrà essere esaminata dalla commissione Bilancio di Montecitorio, è passata nonostante la posizione contraria del governo.

«A SALDI INVARIATI» – Il parere negativo dell’esecutivo è stato dato per ragioni di copertura finanziaria. L’emendamento approvato in commissione Lavoro, che ora dovrà essere sottoposto all’esame della commissione Bilancio come tutti gli altri emendamenti alla Legge di Stabilità, porta come prima firma quella di Silvano Moffa ed è stato sottoscritto da tutti gli altri capigruppo.

IL CONTRIBUTO – L’ampliamento delle garanzie per i lavoratori esodati, prevede tra le coperture anche un contributo di solidarietà del 3% per la parte di reddito che supera i 150mila euro.

Share this Post

Leave a Comment