admin/ Luglio 21, 2013/ Cinema/ 0 comments

nymphomaniacCannes ha dato il via e il trend si subito è consolidato: in arrivo tanti film in cui l’eros appare in tutte le declinazioni vetero e omo
ROMA – Cannes ha dato la linea mettendo in cartellone tutte le possibili variazioni del sesso, con scene di eros esplicito mai viste sullo schermo come gli amplessi lesbo del film Palma d’oro La vie d’Adèle. Ma Venezia non è da meno e alla settantesima Mostra, in programma dal 28 agosto al 7 settembre, sta per deflagrare la bomba Lindsay Lohan. Tra un’entrata e un’uscita dai centri di disintossicazione, tra un arresto e un rilascio su cauzione, la cattiva ragazza di Hollywood ha preso parte a una delle opere più attese: The Canyons, con la regia di Paul Schrader.

Si tratta di una torbida storia di sesso e violenza che ha per protagonisti cinque ventenni in cerca di successo a Los Angeles. Il film, interpretato anche dal pornodivo James Deen, era stato rifiutato dal Sundance Festival perché troppo osé. Sarà uno choc? Comunque vadano le cose, il film è solo l’assaggio di una stagione cinematografica dominata dal sesso d’autore.

Al grido di «famolo strano», produttori e registi inonderanno le sale di film che osano, provocano, giocano con la pornografia in una gara a chi azzarda di più. In prima linea c’è Moebius di Kim Ki-duk e si salvi chi può: il maestro coreano affronta l’incesto raccontando di una moglie che per punire il marito fedifrago arriva ad evirare il figlio amatissimo. In Welcome to New York vedremo invece Gérard Depardieu nei panni di Strauss-Khan, accusato due anni fa di aver stuprato una camieriera: e giù fellatio, ammucchiate, accoppiamenti selvaggi filmati da Abel Ferrara con il corpulento Gérard circondato da donne nude.

AMORI OMO
Uno scandalo annunciato è L’inconnu du lac, di Alain Guiraudie, ambientato in riva a un lago che ospita incontri occasionali tra gay: non mancano le scene di sesso omo come in Behind the candelabra, il film di Soderbergh con Michael Douglas nella parte dell’eccentrico pianista Liberace e Matt Damon in quella del suo amante. Per vedere la Vie d’Adèle, che ha lanciato nello star system le disinibite attrici Adèle Exarchopoulos e Léa Seydoux, bisognerà aspettare fino al 24 ottobre.

Tra i titoli hot della stagione c’è Lovelace, biografia della sventurata attrice del porno-cult Gola profonda, resuscitata da Amanda Seyfried. In Don Jon, Scarlett Johannson deve invece vedersela con la pornodipendenza del fidanzato. In 33 Liberty, che non ha ancora un distributore italiano, Emily Watson, Sandra Oh e Nia Vardalos aprono una hot line erotica. Il Lercio (droga, turpiloquio e giochi erotici) si ispira a un romanzo di Welsh e ad agosto uscirà In Trance di Boyle, con un nudo frontale di Rosario Dawson.

VERO PORNO
Ma il più furbo è Lars Von Trier che prepara l’uscita di Nymphomaniac, film dichiaratamente pornografico, attraverso una campagna virale sulweb. Un titolo, un programma: la protagonista Charlotte Gainsbourg è ninfomane. Nel cast stellare ci sono Uma Thurman, Willem Dafoe, Shia LaBoeuf, Stellan Skarsgard affiancati da attori porno che ne fanno di tutti i colori. Nymphomaniac uscirà provocatoriamente, in Danimarca, il 25 dicembre. Se non siete tipi da cinepanettone, potrebbe essere il film che aspettavate.

Share this Post

Leave a Comment