Terremoto di magnitudo 4.9 scuote le Marche Terrore nella notte: tutti in strada. Replica all’alba forza 4

Forte terremoto nella notte tra le province di Ancona e Macerata. Alle 3.32 – lo stesso identico orario del terremoto dell’Aquila – si è registrata una scossa di 4,9 gradi Richter, seguita da una serie di scosse minori. E nella notte trema anche la Puglia
Ancona, 21 luglio 2013 – Forte terremoto nella notte tra le province di Ancona e Macerata. Alle 3.32 – lo stesso identico orario del terremoto dell’Aquila – si è registrata una scossa di 4,9 gradi Richter, seguita da una serie di scosse minori. Terrore tra la popolazione, che si è riversata in strada, ma al momento non si contano vittime o danni.
Alle 5.07 un’altra scossa importante, di magnitudo 4, è stata registrata al largo delle coste marchigiane, e almeno otto lievi repliche di magnitudo uguale o superiore a 2. Secondo i rilevamenti del Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs), il terremoto registrato alle 3:32 al largo delle Marche ha avuto epicentro localizzato 10 km ad est di Numana, 14 km a nordest di Loreto e 18 km a est-nordest di Castelfidardo (tutti comuni dell’anconetano).
L’Usgs ha fissato l’ipocentro della scossa a 9,7 km di profondità; 8,4 km la profondità calcolata invece dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.
EPICENTRO IN MARE – L’epicentro ha avuto luogo in mare, a una profondità di 8,4 chilometri. Il sisma è stato avvertito per diversi secondi lungo tutta la costa adriatica.
LE REPLICHE – Sono state oltre una decina le repliche del terremoto: la più forte, di magnitudo 4,0, è avvenuta alle 5,07, alla profondità di dieci chilometri.
Anche la scossa principale è stata abbastanza superficiale, localizzata alla profondità di 8,4 chilometri. L’epicentro è stato localizzato nell’Adriatico centro-settentrionale, a pochi chilometri dalla costa marchigiana, tra la Provincia di Ancona e di Macerata. I comuni più vicini all’epicentro sono: Loreto, Numana, Sirolo, tutti nella provincia di Ancona, e Porto Recanati (Macerata).
IL GOVERNATORE SPACCA – “La situazione è sotto controllo”, ha detto il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, prima di entrare nella riunione operativa congiunta tra protezione civile regionale e sindaci dei comuni interessati alla forte scossa di terremoto. “La scossa non ha prodotto danni, nè a persone e nè a cose”, ha aggiunto il governatore.
Secondo Spacca, si tratta di “un fenomeno che, purtroppo, si manifesta molto frequentemente nelle Marche”. “La nostra comunità è abituata e solida rispetto a questo tipo di fenomeni – ha aggiunto -: speriamo che sia finito qui”. “Da noi la terra trema frequentemente – ha ricordato il governatore regionale -. In questa stagione, i fenomeni si sono manifestati in quattro aree delle Marche, ogni anno accade cosi’”.
TREMA ANCHE LA PUGLIA – Una scossa di terremoto di magnitudo 2.3 è stata registrata alle 5:57 in Puglia, nel nord del promontorio del Gargano (Foggia).
Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro in prossimità del comune foggiano di San Nicandro Garganico.
Non si registrano danni a persone o cose.

Leave a Reply

L’Eurogruppo sulla Grecia verso la fumata grigia. Tsipras chiama Draghi: non si faccia influenzare

L’Eurogruppo sulla Grecia verso la fumata grigia. Tsipras chiama Draghi: non si faccia influenzare

Bruxelles: la lista delle riforme di Atene non è completa. Via al piano di acquisto titoli della Bce: 60 miliardi di euro al mese per rilanciare il credito e aumentare i consumi

[leggi]

Crisi ucraina, via al vertice Nato in Galles

Crisi ucraina, via al vertice Nato in Galles

A Newport i membri dell’Alleanza pronti a fare i conti con le possibili conseguenze di un’escalation militare. La Russia dispone di 845mila soldati La Nato oggi si trova di fronte a un vertice cruciale per la crisi ucraina, di fronte …[leggi]

“Rimani in Russia”

“Rimani in Russia”

Dopo la condanna di Manning parla il padre di Snowden In una serie di iniziative mediatiche, il padre di Snowden si schiera in difesa del figlio Ed In un messaggio trasmesso dalla tv pubblica russa, Lonnie Snowden ha salutato il …[leggi]

Powered By AK Featured Post